X
Sito ufficiale del medico estetico a Alessandria del Dott. Francesco Leva.

L'insufficienza venosa e linfatica è legata ad una alterazione del sistema circolatorio. Si tratta di una disfunzione del naturale processo delle vene e della produzione di linfa che generano conseguenze non solo sul piano estetico ma anche funzionale. Curare l'insufficienza è quindi importante e la medicina estetica propone a riguardo più tipologie di trattamento fondate sulla riattivazione naturale del sistema circolatorio.

 

VARICI E LINFOEDEMA

L'insufficienza venosa e linfatica determina la comparsa di una serie di inestetismi cutanei antiestetici e nei casi più gravi dolorosi. L'alterazione del sistema linfatico che può distinguersi in meccanico ( la linfa in eccesso non viene riassorbita) e dinamico (il sistema deve far fronte ad un carico proteico superiore alle sue capacità di portata) può causare la comparsa di linfoedemi. Si tratta di inestetismi generati da un accumulo extravasale di linfa con conseguente ristagno di acqua e proteine. Il problema può suddividersi il tre stadi differenti a seconda dell'entità della diffusione e della portata e si distingue ulteriormente in primario ( dovuto all'alterazione del sistema linfatico) e secondario ( legato a post-traumi, interventi chirurgici...). In caso invece di insufficienza venosa, il disturbo potrebbe generare la comparsa di varici antiestetiche distinguibili in grandi e piccole a seconda delle dimensioni. Appartengono al primo gruppo le varici corrispondenti alle vene safene e quelle collaterali e  al secondo le vene reticolari, poste sotto la pelle, e le teleangectasie disposte nello spessore della cute.

Le alterazioni delle vene e dei linfatici si presentano spesso in combinazione per conseguenti ragioni anatomiche e funzionali. I vasi e le ghiandole linfatiche infatti accompagnano la maggioranza dei sistemi venosi superficiali e profondi nel loro decorso attivo e le disfunzioni di entrambi i sistemi spesso finiscono per scompensarsi simultaneamente. Questa sovrapposizione determina stati di gonfiori più gravi che caratterizzano le gambe e prende il nome di flebo-linfedema. Per quanto concerne i principali sintomi del problema dell'insufficienza venosa e linfatica sono il gonfiore, il dolore a riposo, i crampi, fino alla riduzione degli scambi metabolici e respiratori periferici della pelle e dei tessuti sottostanti che assumono conseguenzialmente il colorito scuro.

 

I TRATTAMENTI PER L'INSUFFICIENZA VENOSA E LINFATICA

Quando la terapia farmacologica non è sufficiente al ripristino del sistema linfatico e delle vene, è possibile optare per trattamenti di medicina estetica che favoriscono un recupero delle funzioni linfatiche, migliorando le prestazione dei sistemi circolatori addetti.

 

SCLEROTERAPIA

La scleroterapia è indicata per il trattamento di varici e di teleangectasie degli arti inferiori. Scopo del trattamento è causare un'obliterazione chimica delle varici attraverso delle piccole iniezioni di sostanze lesive interne alla vena. L'endotelite generata dai farmaci in circolo provoca una fibrosi della vena, riducendone l'evidenza e favorendone il riassorbimento. Nel corso della seduta il medico effettua le iniezioni di sostanze sclerosanti attraverso aghi sottili, direttamente in vena. Il farmaco genera una primaria trombosi del vaso sanguigno e in seguito la reazione infiammatoria. A distanza di poco tempo, lo stato infiammatoria della vena ne provocherà un'obliterazione e quindi una fibrosi. Le iniezioni non provocano dolore evidente data l'evidente sottigliezza degli aghi in uso. Al termine del trattamento, il medico applicherà poi sulla zona trattata un bendaggio elastico da rimuovere in giorni successivi al trattamento.  Ogni seduta di scleroterapia ha durata media di 15-20 minuti variabile in base all'estensione della zona da trattare. In sede pre-trattamento il medico provvederà inoltre a stabilire il numero di sedute necessarie alla totale rimozione delle vene varicose o teleangectasie.  

 

TRAP

Il Trap (Fleboterapia Rigenerativa Tridimensionale Ambulatoriale) è un trattamento studiato per l'insufficienza venosa cronica attraverso la cura della parete venosa, favorita stringendo il lume delle vene e rinforzando l’elasticità del vaso. Il trattamento è una valida alternativa all'asportazione chirurgica delle vene e all'obliterazione con la scleroterapia. Il medico specialista impiega per il trattamento, una soluzione brevettata, in veicolo idroglicerico tamponato, in grado di favorire la rigenerazione delle vene superficiali e perforanti. La sostanza iniettata è in grado di restituire perciò al vaso dilatato un calibro normale, migliorando sensibilmente sia gli inestetismi legati alla patologia che i disturbi annessi (pesantezza, gonfiore, crampi notturni). È possibile trattare tutti i vasi visibili e in ogni singola regione dell'arto: vene tronculari, reticolari e teleangectasie (capillari dilatati). Il trattamento Trap è condotto in sede ambulatoriale, non è doloroso e non richiede anestesia. Inoltre consente l’immediata ripresa delle normali attività socio-lavorative del paziente. Possono essere trattati con questa terapia anche pazienti già precedentemente sottoposti ad altre terapie senza averne ottenuto risultati soddisfacenti.

 

POST-TRATTAMENTO SCLEROTERAPIA E TRAP

Data la possibile comparsa di ecchimosi o pigmentazioni cutanee, al termine del trattamento Trap e di scleroterapia sarà opportuna l'applicazione di un'elastocompressione dell’arto sia con calza a compressione graduata o con bendaggio eseguito dal medico. La compressione localizzata consente non solo di ridurre l'eventuale dolore ma anche evitare la comparsa di ematomi o di indurimenti venosi eccessivi. Il bendaggio potrà essere rimosso dopo 24 o 48 ore. Inoltre è prevista la prescrizione e quindi somministrazione di un integratore ed eventualmente di una crema specifica per limitare gli ematomi. Sarà tuttavia possibile per il paziente tornare alla quotidianità evitando attività sportive nei primi giorni. Di solito le sedute sono settimanali e generalmente sono sufficienti tre sedute per gamba per la totale risoluzione del problema.

 

EVENTUALI RISCHI

La scleroterapia e il Trap sono trattamenti che non presentano rischi particolari. La possibilità che si presentino effetti indesiderati è strettamente connessa alla competenza medica e alla sensibilità cutanea del paziente. L'area interessata, sottoposta al trattamento potrebbe al termine della seduta presentarsi infiammata e particolarmente gonfia ma le indicazioni mediche saranno utili per una veloce e indolore guarigione.

 

RISULTATO FINALE

I risultati ottenibili con i trattamenti Trap e di scleroterapia sono a lungo termine. Tuttavia è bene ricordare che ad incidere sulla durata degli effetti è la predisposizione fisica e lo stile di  vita del paziente. Seguire le indicazioni mediche potrà aiutare a mantenere stabile la situazione circolatoria linfatica e venosa.

 

Per maggiori informazioni sull'insufficienza venosa e linfatica ad Alessandria viene a trovarci presso lo studio estetica Trotti – Ricci, via Cavour 13 - Alessandria - Cap 15121. Dott. Francesco Leva, oppure contattaci al:  

Domande e risposte
Richiedi appuntamento
Dove ricevo

Studio Trotti - Ricci via Cavour 13, (Alessandria)

Vivacy
 
Restylane - Dermatology company Galderma's dermal fillers
 
Teoxane
 
Merz Italia Azienda Farmaceutica