X
Sito ufficiale del medico estetico a Alessandria del Dott. Francesco Leva.

La scleroterapia è un trattamento mini-invasivo studiato per la cura di varici e di teleangectasie degli arti inferiori. Scopo del trattamento è causare un'obliterazione chimica delle varici attraverso delle piccole iniezioni di sostanze lesive interne alla vena. L'endotelite generata dai farmaci in circolo provoca una fibrosi della stessa vena, riducendone l'evidenza e favorendone il riassorbimento.

 

PERCHÈ SOTTOPORSI AL TRATTAMENTO

Il trattamento di scleroterapia consente di migliorare l'estetica degli arti inferiori e la funzionalità circolatoria. La terapia è indicata in presenza di vene varicose e teleangectasie, di oppressione dunque di un reflusso venoso o di ostruzione di vene responsabili di ulcerazioni o di emorragie. Se condotto correttamente e da mani esperte, il trattamento di scleroterapia offre ottimi risultati a lungo termine, soprattutto in pazienti con vene varicose in stato non avanzato e con un calibro inferiore ai 6-7 millimetri.

 

CHI PUÒ SOTTOPORSI ALLA SCLEROTERAPIA

È importante ai fini di una buona riuscita del trattamento che il paziente si sottoponga ad una serie di analisi di routine per una anamnesi del suo stato di salute. La scleroterapia infatti non può essere effettuata su pazienti con spiccate allergie a farmaci, reduci da una recente flebite o da trombosi venosa profonda. Il trattamento è inoltre assolutamente controindicato in caso di gravidanza, di diabete mellito scompensato, di malattie del surrene, tubercolosi e malattie renali. Anche l'assunzione di anticoncezionali orali potrebbe generare effetti indesiderati e aumentare il rischio di varicoflebite pertanto prima di iniziare le sedute di scleroterapia è necessario sospenderne l'assunzione due mesi prima. Altre patologie di media entità potrebbero incidere sui risultati del trattamento ma spetta tuttavia al medico valutare le condizioni di salute del paziente e le possibilità procedere o meno al trattamento.

 

COME SI SVOLGE IL TRATTAMENTO

Il trattamento di scleroterapia è condotto in sede ambulatoriale senza ricorso ad anestesia locale. Nel corso della seduta il medico effettua delle iniezioni di sostanze sclerosanti attraverso aghi sottili, direttamente in vena. Il farmaco genera una primaria trombosi del vaso sanguigno e in seguito una reazione infiammatoria tecnicamente definita endotelica. In seguito, a distanza di poco tempo, lo stato infiammatoria della vena ne provocherà un'obliterazione e quindi una fibrosi. Le iniezioni non provocano dolore evidente data l'evidente sottigliezza degli aghi in uso. Al termine del trattamento, il medico applicherà nella zona trattata un bendaggio elastico da rimuovere in giorni successivi al trattamento. Ogni seduta di scleroterapia ha durata media di 15-20 minuti variabile in base all'estensione della zona da trattare. In sede pre-trattamento il medico provvederà inoltre a stabilire il numero di sedute necessarie alla totale rimozione delle vene varicose o teleangectasie. 

 

SCLEROSI CON MOUSSE

Per il trattamento, in alternativa alle iniezione di farmaco in forma liquida, è utilizzabile anche una soluzione sclerosante in stato schiumoso. Il preparato in mousse è particolarmente efficace per il trattamento delle varici di grandi dimensioni e della varicosi della piccola safena.

 

POST-TRATTAMENTO

Al termine della seduta è possibile la comparsa di  ecchimosi o pigmentazioni destinate al riassorbimento entro le 2 settimane successive per tale motivo sulla zona trattata è opportuno applicare una calza elastica o un bendaggio. La compressione localizzata consente non solo di ridurre l'eventuale dolore ma anche evitare la comparsa di ematomi o di indurimenti venosi eccessivi . È preferibile la rimozione della garza dopo circa 2 settimane. Sarà tuttavia possibile per il paziente tornare alla quotidianità evitando attività sportive nei primi giorni.

 

EVENTUALI RISCHI

La scleroterapia è un trattamento che non presenta rischi particolari. La possibilità che si presentino effetti indesiderati è strettamente connessa alla competenza medica e alla sensibilità cutanea del paziente. L'area interessata, sottoposta al trattamento potrebbe al termine delle iniezioni presentarsi infiammata e particolarmente gonfia. In questi casi, è indicata l'assunzione di farmaci antinfiammatori o antibiotici previa prescrizione medica. Inoltre è possibile che il paziente possa avvertire forti giramenti di testa e dolori localizzati evidenti. In relazione ad una ridotta competenza medica ed una errata modalità di infiltrazione del farmaco potrebbe subentrare un coagulo di sangue all'interno di un vaso sanguigno, ostacolando la circolazione sanguigna e compromettendo la corretta irrorazione dei tessuti. I coaguli inoltre spostandosi dal sito d'iniezione potrebbero invadere vasi sanguigni più profondi, causando la nascita di disturbi più gravi come la trombosi venosa. 

 

RISULTATO FINALE

La scleroterapia permetterà di migliorare l'aspetto estetico delle gambe oltre che favorire un ripristino della circolazione sanguigna. In caso di trattamento dei vasi sanguigni di piccole dimensioni, i risultati sono visibili dopo circa 4 settimane. Per i vasi di dimensioni più grandi è necessario attendere circa 3 mesi. Tuttavia è bene ricordare che la scleroterapia non è un trattamento dai risultati definitivi. Nel corso degli anni  infatti il paziente potrebbe necessitare di ulteriori sedute di trattamento per la cura delle nuove teleangectasie e vene varicose.

 

Per maggiori informazioni sulla scleroterapia ad Alessandria viene a trovarci presso lo studio estetica Trotti – Ricci, via Cavour 13 - Alessandria - Cap 15121. Dott. Francesco Leva, oppure contattaci al:

Domande e risposte
Richiedi appuntamento
Dove ricevo

Studio Trotti - Ricci via Cavour 13, (Alessandria)

Vivacy
 
Restylane - Dermatology company Galderma's dermal fillers
 
Teoxane
 
Merz Italia Azienda Farmaceutica