X
Sito ufficiale del medico estetico a Alessandria del Dott. Francesco Leva.

Le macchie cutanee o discromie sono risultato di una alterazione dei meccanismi regolatori della biosintesi e dell’accumulo di melanina in circoscritte zone cutanee. Il problema delle discromie si presenta, in particolare, sul dorso delle mani, sul mento, sulle guance, sulla fronte, sul collo e il décolleté, quelle zone quindi più frequentemente foto-esposte. Oggi, sono molteplici le proposte mediche per l'eliminazione delle macchie cutanee, dalla laserterapia al peeling chimico.

 

LE CAUSE

L'insorgenza di macchie cutanee è legata ad una serie di fattori, tra cui l'invecchiamento. Con il tempo infatti, i naturali meccanismi  dei melanociti si indeboliscono causando una irregolare produzione del pigmento. Di colore scuro e solitamente di forma tondeggiante, le macchie senili, evidenti sopratutto su mani e viso, sono dunque risultato di un'iperpigmentazione che coinvolge lo strato strato corneo cutaneo e anche quelli più profondi. Al tempo, si associano inoltre altri fattori esterni che compromettono l'uniformità del colorito cutaneo. In particolare sono le radiazioni UV a danneggiare la cute ed ossidare la cheratina, rendendo più spessa e massiccia l'estetica dell'epidermide. Anche il fumo, lo smog ed il vento possono incidere sul processo dell'invecchiamento cutaneo. I radicali liberi infatti danneggiano il tessuto cutaneo, rendendolo più delicato e particolarmente fragile. Le discromie possono inoltre essere connesse ad una modificazione ormonale, sopratutto annesso all'impiego di contraccettivi orali, processi di menopausa e periodi di gravidanza (melasma gravidico).

 

LA VISITA PRE-TRATTAMENTO

Una visita pre-trattamento è fondamentale per stabilire l'entità delle macchie cutanee. Nel corso di un primo controllo, il medico ha infatti il delicato compito di condurre una anamnesi della cute del paziente per poter stabilire in sede quale trattamento possa rivelarsi più adatto.

 

IL LASER PER TRATTARE IL PROBLEMA

Per il trattamento delle macchie cutanee, i medici consigliano più frequentemente sedute di laserterapia. La tecnologia laser in uso per l'eliminazione delle discromie conta un numero doppio di strumentazioni mediche. Una prima tipologia di laser è il Q-Switched, il cui raggio selettivo agisce direttamente sul melanosoma, rimuovendo la sezione superficiale epidermica caratterizzata dalla anomala pigmentazione. Delle piccole abrasioni si presenteranno nella zona trattata con laser, destinate tuttavia a guarire in pochi giorni. La durata del trattamento delle ipercromie è strettamente legata all'estensione dell'area interessata ma è possibile approssimare una tempistica di circa 30 minuti per ogni seduta laser. La laserterapia non è dolorosa ma l'utilizzo di creme anestetiche potrebbe essere d'aiuto in situazioni di ipersensibilità della cute. Una seconda scelta per il trattamento delle macchie cutanee è la luce pulsata (IPL Intense Pulsed Light). La tecnologia IPL si avvale di una fonte di energia luminosa pulsata che, contrariamente al laser, è non collimata e ad ampio spettro. Il diffuso stimolo termico della luce pulsata detta la distruzione della melanina nei profondi strati dell'epidermide, garantendo una favorevole attenuazione delle ipercromie. Ogni seduta di IPL ha una media durata di 30 minuti variabili a seconda dell'estensione della zona da trattare.

 

DOPO IL TRATTAMENTO LASER

Particolarmente importante, al termine di ogni seduta di laserterapia e luce pulsata, è ridurre, se non evitare, l'esposizione ai raggi UV. Inoltre nei giorni successivi al trattamento, il paziente dovrà utilizzare creme antibiotiche sulla zona cutanea di interesse. Per garantire una permanenza dei risultati ottenuti con i trattamenti in questione è indicato proteggere costantemente la pelle utilizzando creme ad alti filtri solari.

 

ALTRI TRATTAMENTI ESTETICI

Oltre la tecnologia laser, la medicina estetica propone ulteriori tipologie di trattamenti per la cura delle iperpigmentazioni cutanee. Si annovera, il peeling chimico. Il trattamento consente di esfoliare in profondità l'epidermide attraverso l'uso di sostanze chimiche ad azione caustica, che determinano un'accelerazione della fisiologica esfoliazione cutanea. Il peeling chimico consente di rinnovare gli strati più superficiali della cute stimolando la produzione di nuovo collagene da parte dei fibroblasti. Il trattamento utilizza diverse tipologie di sostanze (Alfaidrossiacidi, acido glicolico, acido salicilico, tricloroacetico, fenolo) che possono agire più o meno in profondità della cute favorendone un evidente e progressivo miglioramento. Ulteriore trattamento per l'eliminazione delle discromie è la dermoabrasione. Efficace anche per la cura degli esiti cicatriziali da acne e rughe superficiali, il trattamento consente di migliorare le irregolarità della cute rimuovendone lo strato più superficiale in cui si focalizza la produzione di melanina. La dermoabrasione è eseguita in sede ambulatoriale in anestesia locale e la sua durata è variabile a seconda dell'estensione della zona da trattare. La medicina estetica propone infine il trattamento delle macchie cutanee attraverso la crioterapia. Il prodotto in uso per questa tecnica è l'azoto liquido che consente di produrre in via controllata un repentino abbassamento della temperatura della zona iperpigmentata. Il congelamento localizzato determina una distruzione delle cellule melanocitiche e l'eliminazione dunque delle macchie ivi localizzate.

 

IL PEELING CON DERMAMELAN®

Per la rimozione delle macchie della cute è possibile ricorrere al trattamento di peeling con la formulazione cosmetica di Dermamelan®. Dopo una primaria pulizia del viso, il medico provvede all'applicazione della formulazione in questione. Il prodotto che agisce a diversi stati evolutivi della melanogenesi, è efficace per trattare il melasma femminile e le iperpigmentazione di origine melanica in generale. Attraverso una procedura schiarente topica e versatile, adattabile a qualsiasi fototipo di pelle, il peeling consente di migliorare la luminosità cutanea e normalizzarne il tono. Il trattamento è conducibile su diverse zone della cute dal viso al collo, dal décolleté alle mani. Il peeling con Dermamelan® è indolore e solo leggeri eritemi potrebbero presentarsi al termine della seduta. Per quanto concerne i risultati, sarà possibile notare un evidente riduzione delle macchie dopo circa 15 giorni.

 

RISULTATO FINALE

Studi medici hanno dimostrato la permanenza prolungata dei risultati ottenuti con i diversi trattamenti per l'eliminazione delle macchie cutanee. Tuttavia è sempre importante stabilire la necessità di proteggere costantemente la pelle dai raggi UV e idratarla con cosmetici di qualità per evitare una prossima comparsa del problema.

 

ALCUNE FOTO DIMOSTRATIVE DI QUESTO TRATTAMENTO

Rimozione macchie cutanee mani Alessandria

Rimozione macchie cutanee Viso Alessandria

Rimozione macchie cutanee Viso Alessandria

Rimozione macchie Viso Alessandria

 

Per maggiori informazioni sulle macchie cutanee ad Alessandria viene a trovarci presso lo studio estetica Trotti – Ricci, via Cavour 13 - Alessandria - Cap 15121. Dott. Francesco Leva, oppure contattaci al:

Domande e risposte
Richiedi appuntamento
Dove ricevo

Studio Trotti - Ricci via Cavour 13, (Alessandria)

Vivacy
 
Restylane - Dermatology company Galderma's dermal fillers
 
Teoxane
 
Merz Italia Azienda Farmaceutica