X
Sito ufficiale del medico estetico a Alessandria del Dott. Francesco Leva.

Il trattamento con filler per labbra prevede una serie di micro-iniezioni localizzate, in corrispondenza del contorno labbra o in prossimità della mucosa labiale, che ha come scopo l’aumento in volume della zona labiale con conseguenziale aumento della definizione del contorno labbra. Intervenendo con il filler è possibile correggere, oltre ai naturali inestetismi che compaiono con l’avanzare dell’età e che danno al nostro contorno bocca un aspetto meno definito e armonioso, la forma, la grandezza e naturalmente il volume delle labbra, migliorandone così il turgore e il grado di definizione.

 

I FILLER IN MEDICINA ESTETICA

I fillers attualmente utilizzati nel campo della medicina estetica possono avere una duplice origine: di derivazione naturale che si basano su una composizione di acido ialuronico e collagene, completamente riassorbibili e strutturalmente fondamentali per le labbra, oppure di natura sintetica come il gel di poliacrilimmide o gel di silicone, i quali però non possono essere naturalmente riassorbiti dall’organismo. Di conseguenza la natura del filler da utilizzare sarà legata in tutto e per tutto alla tipologia di inestetismo da correggere, definendo così anche la tecnica da utilizzare per massimizzare l’effetto finale. Le tipologie di filler attualmente presenti sul mercato sono numerosissime e la scelta nell’utilizzo sarà completamente affidata al medico che saprà consigliare al paziente oltre al tipo di filler anche la tipologia di trattamento con la quale intervenire.

 

CHI PUÒ SOTTOPORSI AL FILLER LABBRA

I pazienti che desiderano sottoporsi al trattamento con filler per labbra necessitano di una visita preliminare volta ad accertare eventuali quadri clinici preesistenti che possono predisporre ad eventuali complicanze. Per evitare l’insorgere di allergie ai filler in genere si procede ad una piccola iniezione, localizzata in una diversa regione del corpo rispetto alle labbra, attendendo i risultati nelle successive 24-48 ore. Escludendo così eventuali manifestazioni allergiche, non è possibile sottoporsi all’intervento se si presenta uno dei seguenti quadri clinici: gravidanza in atto, infezione erpetica in atto, presenza di collagenopatie o coagulopatie e patologie dermatologiche autoimmuni.

 

COME SI SVOLGE IL TRATAMENTO

L’inoculazione del filler in corrispondenza della mucosa orale risulta un intervento semplice e di breve durata. Il riempimento avviene con l’ausilio di un ago sottilissimo, inserito alcuni millimetri al di sotto del derma, in diversi punti, a seconda della zona labiale da trattare. Naturalmente in corrispondenza della regione sulla quale si interviene verrà applicata una pomata anestetizzante la quale diminuirà di gran lunga il fastidio che si avvertire al momento dell’ingresso dell’ago. Ad aumentare l’azione anestetizzante concorre la presenza di lidocaina aggiunta alla composizione del filler utilizzato. Il medico, inoltre, può decidere di intervenire con l’ausilio di una microcannula di gomma flessibile la quale diminuisce notevolmente il numero dei punti di ingresso, limitandosi ad inserire la microcannula in corrispondenza degli angoli della bocca, limitando così la percezione del dolore. Le tecniche adoperate sono numerose ma generalmente le modalità di intervento si riconducono a due tipologie classiche: la prima, definita lineare, che prevede l’inserimento dell’ago e una successiva manovra di retrazione con rilascio graduale del filler che andrà di conseguenza a riempire lo spazio precedentemente occupato dall’ago; la seconda, definita seriale, la quale prevede una serie di 4-6 punture all’ interno del labbro in modo da stabilire un’azione del filler areale e diffusiva. I trattamenti sono perlopiù svolti in brevi sedute e non prevedono alcuna anestesia, se non l’utilizzo di una pomata ad azione anestetizzante localizzata e l’ausilio del freddo. I materiali non procurano alcun tipo di dolore all’interno della zona labiale e le iniezioni non sono per nulla dolorose dal momento che all’atto dell’intervento è possibile avvertire un lieve fastidio che scompare nel giro di poche ore.

 

POST-TRATTAMENTO

A seguito di un trattamento con filler è bene seguire alcune semplici indicazioni per evitare di incorrere in spiacevoli conseguenze, attuando dei piccoli accorgimenti che riguardano, innanzitutto, l’utilizzo in corrispondenza e nei contorni della zona labiale, di prodotti cosmetici che dovranno essere categoricamente evitati nelle successive 12 ore dal trattamento. E’ bene inoltre non esporsi al sole ed evitare il contatto con oggetti  o limitare attività che espongano le labbra al freddo intenso. Applicare una pomata se regolarmente prescritta e non assumere farmaci antinfiammatori di tipo non steroideo. Evitare anche di assumere alcolici.

 

EVENTUALI RISCHI

Sono veramente limitati i casi in cui a seguito di un trattamento labbra con filler si siano riscontrate complicanze più o meno gravi, dal momento che gli effetti indesiderati sono di natura transitoria e scompaiono nell’arco di poche ore risolvendosi così spontaneamente. Nonostante ciò è bene sapere che esistono alcune complicazioni che possono insorgere al seguito del trattamento: Formazione di ematoma, eritemi, congestione dei vasi con conseguente necrosi della zona interessata, sbiancamento, più o meno diffuso della regione trattata, in genere transitorio, che può essere prevenuto evitando eccessive pressioni sull’area sottoposta a trattamento.

 

RISULTATO FINALE

Una buona riuscita finale dell’intervento con filler per labbra è da ricondurre principalmente alle attività preliminari che anticipano il trattamento vero e proprio. Alla base di un ottimo risultato si pone innanzitutto una visita preliminare volta ad analizzare nello specifico i risultati attesi dal pazienti. Il confronto con i risultati ottenuti dovrà quindi rappresentare un riscontro positivo sia in termini di armonia nelle linee che rimarcano il contorno labiale che di turgore e volume delle labbra, le quali doneranno conseguenzialmente alla regione periorale un aspetto molto più disteso e lampante. Il risultato finale sarà dunque frutto del l’insieme di definizione della tecnica, del filler utilizzato e della tempistica, il tutto applicato oculatamente dal medico in armonia con le esigenze del paziente. La durata degli effetti positivi del filler labiale è estendibile in un arco di tempo di 2-3 mesi.

 

ALCUNE FOTO DIMOSTRATIVE DI QUESTO TRATTAMENTO

Filler labbra

Filler labbra prima e dopo

Per maggiori informazioni sul trattamento di filler alle labbra ad Alessandria vieni a trovarci presso lo studio estetica Trotti – Ricci, via Cavour 13 - Alessandria - Cap 15121. Dott. Francesco Leva, oppure contattaci al:

Domande e risposte
Richiedi appuntamento
Dove ricevo

Studio Trotti - Ricci via Cavour 13, (Alessandria)

Vivacy
 
Restylane - Dermatology company Galderma's dermal fillers
 
Teoxane
 
Merz Italia Azienda Farmaceutica