X
Sito ufficiale del medico estetico a Alessandria del Dott. Francesco Leva.

L’addominoplastica è un intervento di chirurgia plastica estetica indicato per migliorare la tonicità dell’addome, rimuovendo tessuto cutaneo e adiposo in eccesso e riposizionando le fasce muscolari. L’operazione permette infatti di correggere qualsiasi tipologia di alterazione della parete muscolare dell’addome e del suo mantello cutaneo. E’ però fondamentale precisare che l’addominoplastica non è un intervento mirato alla perdita di peso ma esclusivamente a donare uniformità e tonicità all’area addominale.

 

PERCHE' SOTTOPORSI ALL'INTERVENTO

L'intervento di addominoplastica è indicato per correggere gli accumuli adiposi e cutanei nell’area addominale tipici dopo un post-gravidanza o in seguito ad una drastica perdita di peso. Non sempre è sufficiente l’attività fisica per tonificare la zona del ventre e, in particolare, in questi casi la chirurgia plastica rappresenta una valida alternativa. L'obiettivo principale dell'intervento è restituire all'addome una nuova tonicità ed elasticità garantendo un risultato assolutamente naturale.

 

COME SI SVOLGE L'INTERVENTO

L’intervento di addominoplastica è eseguito ricorrendo ad un’anestesia spinale con sedazione, o qualora fosse opportuno, in anestesia generale. L’operazione dura dalle 2 alle 3 ore ed è pertanto richiesto il ricovero con permanenza di una notte data la complessità dell’intervento. Per la correzione dell’addome, il chirurgo esegue un’incisione in prossimità del pube, analoga a quella prevista in caso di parto cesareo. A questo punto si prosegue con lo scollamento del tessuto cutaneo e alla rimozione della porzione in eccesso. Infine i muscoli retti sono riaccostati e l’ombelico riposizionato. Una volta suturata l’incisione il chirurgo applica un bendaggio compressivo e inserisce i drenaggi rimossi entro le successive 24 ore.

 

MINI ADDOMINOPLASTICA, LIPOADDOMINOPLASTICA E TORSOPLASTICA

Oltre al classico intervento di addominoplastica in alcuni casi è possibile ricorrere a tecniche chirurgiche alternative per la correzione dell’addome. A volte infatti il chirurgo plastico può ritenere più adatta una mini-addominoplastica. L’operazione prevede l'asportazione di una piccola quantità di tessuto cutaneo presente tra il pube e l’ombelico senza necessaria plicatura della muscolatura addominale. La mini-addominoplastica è generalmente indicata per la correzione della cute flaccida presente al di sotto dell’ombelico e tipica di un parto cesareo. In alternativa, per la correzione del ventre, il chirurgo può optare per una lipo-addominoplastica o tecnica di Saldanha un intervento che associa le procedure di una classica addominoplastica a quelle di una liposuzione. Oltre infatti a provvedere all’asportazione dell’eccesso di cute dall’addome, il chirurgo rimuove gli accumuli adiposi ivi localizzati aspirando il grasso con una cannula; il tutto preservando la fascia fibro-adiposa ed eseguendo una plicatura della parete muscolare addominale. Diversamente, in presenza di una eccedenza di tessuto cutaneo e adiposo sulla circonferenza vita, laddove la classica addominoplastica non risulta sufficiente, è possibile optare per una torsoplastica. L’operazione consente infatti di rimuovere il tessuto cutaneo e adiposo in eccesso presente nella zona del ventre, sui fianchi e nella regione lombo-sacrale. Il chirurgo esegue delle incisioni circonferenziali attraverso le quali procede allo stiramento tissutale e all’asportazione delle porzioni di grasso e pelle in eccedenza.

 

LA FASE POST-OPERATORIA

Una volta terminato l’intervento di addominoplastica il chirurgo applica un’apposita guaina compressiva nell’area addominale necessaria per i primi tempi; in media nelle prime 3 settimane e poi nel mese successivo durante le ore notturne. Durante la fase di degenza è fondamentale che il paziente segua con cura le indicazioni terapeutiche del chirurgo al fine di favorire una buona guarigione e non influire negativamente sul risultato finale. E’ consigliato riposare utilizzando cuscini sotto le ginocchia almeno nella prima settimana per evitare la tensione dei punti di sutura. Particolare attenzione deve essere rivolta a quest’ultimi per evitarne la cattiva cicatrizzazione. Pertanto è bene evitare l’esposizione ai raggi solari per i primi tempi e si consiglia l’utilizzo di creme ad alta protezione. Inoltre si ricorda che la cicatrice è condizionata negativamente dalla trazione fisica e dunque si consiglia di limitare al minimo qualsiasi stress fisico.

 

RISULTATO FINALE

Il risultato finale di un’addominoplastica è evidente solo dopo circa 1 mese dall’operazione ma con possibili edemi e gonfiore ancora in parte visibili. Tuttavia l’addome presenterà un aspetto piacevole e tonico senza più eccedenze tissutali. In alcuni casi per velocizzare i tempi di recupero post-operatori possono essere indicati specifici massaggi linfodrenanti.

 

Per maggiori informazioni sull'intervento di Addominoplastca ad Alessandria viene a trovarci presso lo studio estetica Trotti – Ricci, via Cavour 13 - Alessandria - Cap 15121. Dott. Francesco Leva, oppure contattaci al:

Richiedi appuntamento
Dove ricevo

Studio Trotti - Ricci via Cavour 13, (Alessandria)

Vivacy
 
Restylane - Dermatology company Galderma's dermal fillers
 
Teoxane
 
Merz Italia Azienda Farmaceutica